FOTO NOME (specie  sottospecie  'Forma'  CULTIVAR)                    Descrizione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Triteleia bridgesii

 

Questa specie non è ancora disponibile in Italia, ma viene segnalata in quanto è da aspettarsi che sarà a breve disponibile sul mercato, essendo il suo colore particolarmente attraente.

L'aspetto dei fiori di questa specie è tipico per tutte le Triteleia. Il fiore è composto da sei tepali identici (tre "sepali" e tre "petali"), da sei stami (due volte tre), dallo stile con tre stimmi: questa presenza di tripletti è alla base del nome del genere, derivato in parte dal greco τρία . In inglese, soprattutto per la specie Tritelei laxa, alla quale la T. bridgesii è molto simile, viene infatti usato anche il nome Triplet Lily.

Gli steli della Triteleia bridgesii (comunemente ancora chiamata Bridges' Brodiaea) raggiungono l'altezza di 50 cm. I tepali hanno un colore rosa violaceo, con intensità del colore variabile secondo le condizioni pedoclimatiche locali. I tepali formano alla base una gola chiara traslucida che probabilmente serve ad indirizzare gli impollinatori.

_________________________________________________________________________

 

Triteleia ALLURE

 

Cultivar olandese derivata dalla più comune KONINGIN FABIOLA, a sua volta una selezione di Triteleia laxa. I fiori sono più scuri della cultivar originaria. Il comportamento e le esigenze sono identiche alla specie Triteleia laxa ed alle cultivar da essa derivate.

 

 

                                                                    Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia CORRINA

 

Cultivar derivata da Triteleia laxa con fiori blu-viola o viola con punte viola-porpora. Il colore dipende dalle condizioni pedoclimatiche locali.  Il comportamento e le esigenze sono identiche alla specie Triteleia laxa ed alle cultivar da essa derivate.

 

 

                                                                    Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia FOR YOU  (4 U)

 

Si tratta di una introduzione orticola innovativa, generalmente offerta sotto il nome Triteleia 4 U , ma spesso anche Brodiaea 4 U. I fiori hanno un colore rosa-violaceo chiaro e sono portati su steli fiorali alti tra 50 e 60 cm. Il colore dei fiori è molto attraente. Il comportamento e le esigenze sono identiche alla specie Triteleia laxa ed alle cultivar da essa derivate.

 

 

                                                                    Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

 

 

 

 

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia hyacinthina

 

Comunemente negli Stati Uniti d'America questa specie viene chiamata White Brodiaea o Missouri Hyacinth. Il suo portamento è simile a quello della Triteleia laxa, ma la pianta è generalmente più alta (ca. 60 cm), i fiori sono presenti in racemi più radi e portati su pedicelli corti. I fiori sono bianchi, con la linea mediana verdastra, eventualmente con sfumature porpora sull'esterno dei tepali. Nella specie base le antere sono gialle, mentre nella var. lilacina sono di colore lavanda. I cormi vanno piantati in autunno in un substrato molto permeabile, assai fitti (secondo la regola "uno sì, uno no") ed alla profondità corrispondente al doppio della loro altezza. Il vaso deve essere riparato dal gelo nei mesi invernali. L'esposizione deve essere in pieno sole. Durante la primavera non deve mancare una sufficiente umidità nel suolo. La fioritura avviene verso la fine della primavera o all'inizio dell'estate. Al momento della fioritura le foglie sono generalmente già in fase di senescenza. Dopo la fioritura non è necessario annaffiare. I cormi possono essere lasciati indisturbati nel vaso.

 

                                                                    Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

 

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia  KONINGIN FABIOLA  (REGINA o QUEEN FABIOLA)

 

Questa è la cultivar più nota derivata da Triteleia laxa. Il nome ricorda la regina Fabiola del Belgio. Le infiorescenze sono particolarmente ricche e possono essere composte da oltre 25 fiori blu-viola chiaro. Dai cormi piantati in autunno la fioritura ha luogo alla fine della primavera o all'inizio dell'estate, mentre piantando i cormi più tardi è possibile posticipare la fioritura. Deve essere però presa in conto la necessità di somministrare sufficiente acqua fino alla fioritura, nonostante questa cultivar tolleri brevi eventi di siccità. La Triteleia REGINA FABIOLA può crescere con successo sia in pieno sole che in un vaso collocato in un luogo con insolazione parziale. La pianta è leggermente più alta della specie Triteleia laxa (fino 60 cm), ma ha le stesse esigenze della specie. Il basso costo dei cormi permette di piantarne molti in ciotole o vaso larghi, in cui risalta l'eleganza dei fiori portati su steli esili: si ottengono effetti straordinari con i fiori "sospesi" in aria.

 

                                                                     Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia  laxa

 

Questa è la specie meglio nota e più coltivata, anche per la produzione di fiori recisi. Negli Stati Uniti d'America vengono usati vari nomi volgari: Grass Nuts, Ithuriel's Spear, Triplet Lily, e spesso Brodiaea. La pianta è originaria della California e dell'Oregon centro-meridionale, dove vive ad altitudini fino a 1500 m in vari ambienti, da prati aperti fino ai bordi dei boschi ed in suoli di varia consistenza, anche assai pesanti. Il colore dei fiori è variabile, in prevalenza blu chiaro, ma anche piuttosto scuro, blu-viola, con una linea mediana scura nei tepali. Raramente si trova in natura anche una forma bianca. I fiori, frequentemente con un diametro superiore a 2 cm, sono portati da pedicelli lunghi ca. 5 cm in ombrelle rade e guardano verso l'alto o lateralmente. Nelle condizioni italiane le piante fioriscono verso la fine della primavera fino all'inizio dell'estate.

I cormi sono schiacciati, ricoperti di catafilli fibrosi chiari. Essi vanno piantati alla profondità corrispondente al doppio delle loro altezza in un suolo altamente drenante di medio impasto. La  distanza tra i cormi è dettata unicamente dall'effetto che si vuole ottenere. La distanza minima dovrebbe corrispondere al diametro dei cormi. In vaso conviene creare gruppi numerosi piantando i cormi in maniera assai ravvicinata, ma senza che si tocchino. Molto decorativo è l'accostamento con altre piante a fioritura all'inizio dell'estate, tra cui, p.es. le Bloomeria con fiori gialli, vari gigli o altre bulbose più rare (vedi).

L'esposizione migliore è in pieno sole, ma la Triteleia laxa può dare molte soddisfazioni in vasi collocati in luoghi con l'insolazione parziale. Importante è un sufficiente apporto di umidità durante la primavera e condizioni siccitose durante l'estate. In zone dove la temperatura invernale non scende sotto ca. -5°C, è possibile lasciare i cormi indisturbati nel suolo. La concimazione con un fertilizzante liquido per piante fiorite, diluito rispetto a quanto consigliato sulla confezione commerciale, può essere vantaggioso soprattutto in impianti molto fitti.

Numerose selezioni della Tritelei laxa hanno ottenuto nomi di fantasia e vengono vendute come cultivar particolarmente adatte nelle condizioni mediterranee alla coltivazione in piena terra o in vasi.

 

                                                                        Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia  RUDY

 

Gli affascinanti colori (base bianca con striature violetto-blu ed antere blu) dei fiori della cultivar RUDY, derivata da Triteleia laxa, contribuiscono in maniera decisa a rendere il genere Triteleia ancora più desiderabile per la creazione di attraenti composizioni nei giardini ed in vasi. I cormi devono essere piantati come le altre selezioni di Triteleia laxa : alla profondità corrispondente al doppio della loro altezza e possibilmente in gruppi numerosi. La fioritura ha luogo verso la fine della primavera e si protrae fino all'inizio dell'estate. Il colore di questa varietà è talmente inconsueto che può convenire di piantare i cormi in maniera che le piante si trovino da sole in vasi collocati in posti particolarmente ben in vista.

 

 

                                                                       Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

_________________________________________________________________________________

 

Triteleia  STARLIGHT

 

A differenza delle altre cultivar in commercio, questa varietà deriva dalla Tritelei ixioides, chiamata dagli americani comunemente Golden Star o Pretty Face.  Questa specie è originaria dell'Oregon e della California ed è caratterizzata da foglie carnose, lineari, lunghe 8-15 cm, steli fiorali alti ca. 50 cm e relativamente pochi fiori gialli con strisce mediane di color porpora o marrone nei tepali. La fioritura avviene verso la fine della primavera. La varietà naturale scabra ha fiori giallo opaco. Da questa varietà è stata selezionata la cultivar STARLIGHT, caratterizzata da una fioritura molto abbondante.

I cormi vanno piantati in autunno alla profondità corrispondente al doppio della loro altezza. Il suolo deve essere molto permeabile, ma relativamente ricco. Durante l'inverno non conviene esporre i cormi al gelo. In primavera è necessario assicurare una sufficiente umidità del substrato, evitando episodi di siccità, per assicurare lo sviluppo omogeneo. Due o tre concimazioni con un fertilizzante liquido per piante fiorite, diluito a due terzi della concentrazione suggerita sulla confezione, contribuisce allo sviluppo delle piante, le quali dovrebbero essere coltivate in vasi collocati in luoghi con parziale insolazione. Particolarmente opportuno è piazzare i vasi davanti a piante con fogliame scuro per far maggiormente risaltare i bellissimi fiori a stelle gialle con linee mediane più scure nei tepali. Durante l'estate le piante dovrebbero trovarsi in condizioni siccitose. La presenza di acqua libera nel suolo a temperature elevate comporterebbe un significativo deterioramento dei cormi.

 

 

Ulteriori informazioni sulla Triteleia STARLIGHT possono essere trovate nella scheda tecnica del sito www.domus-bulborum.com.

 

                                                                      Verifica disponibilità nel catalogo CAT-IV

 

 

_________________________________________________________________________

 

all'indice                                                                       alla scelta della destinazione

_________________________________________________________________________

 

                                  INTRODUZIONE AL SENTIERO VERDE DEI BULBI                               

___________________________________________________________________________________________

 

                         HOME      CATALOGHI      CONTATTI      MOSTRA DEL NARCISO      LINKS

___________________________________________________________________________________________